Patente Nautica, ecco i nuovi requisiti psicofisici richiesti

Il tuo sogno è quello di timonare un’imbarcazione e vuoi conseguire la patente nautica?

L’Agenzia Card di Milano ti offre la possibilità di diventare uno skipper esperto, tenendo ben presenti i nuovi requisiti psicofisici per ottenere la patente nautica. Sì, perché con il decreto legge numero 182 del 2 agosto 2016, entrato in vigore nello scorso mese di ottobre, sono stati modificati le restrizioni ed i requisiti psicofisici per comandare un’unità da diporto, rendendo anche più agevole il conseguimento della licenza nautica.

La novità più sostanziale del decreto riguarda i soggetti affetti da difetti alla vista, precedentemente penalizzati dal decreto di legge entrato in vigore nel 2008.

Secondo la nuova normativa, l’interessato dovrà possedere un campo visivo normale, una sensibilità cromatica sufficiente a distinguere rapidamente e con sicurezza i colori fondamentali e un’acuità visiva crepuscolare di almeno 1/10; i soggetti ultrasessantenni, o diabetici, o affetti da glaucoma  o  altre malattie degenerative corio-retiniche, dovranno accertare la rispettiva sensibilità al contrasto spaziale.  I portatori di occhiali da vista dovranno possedere un’acutezza visiva complessiva non inferiore a 10/10, con visus nell’occhio peggiore non inferiore a 4/10, anche attraverso l’uso di lenti a contatto o di occhiali (in caso di uso di lenti correttive per miopia ad un occhio ed ipermetropia all’altro, la differenza di rifrazione tra le due lenti negativa e positiva non deve essere superiore a tre diottrie). I soggetti dotati di vista ad un solo occhio dovranno possedere un visus non inferiore a 8/10, raggiungibile anche con l’utilizzo di occhiali o lenti a contatto. Si specifica che nell’attività di guida, in caso di uso di lenti a contatto, dovranno essere utilizzati occhiali di protezione con lenti neutre.

Le patenti non verranno rilasciate se il soggetto interessato, sia con visione binoculare o monoculare, possiederà un campo visivo ridotto o uno scotoma centrale o paracentrale, ad esclusione dello scotoma fisiologico, inoltre le patenti nautiche non verranno rilasciate a persone affette da diplopia.

Per il conseguimento delle patenti nautiche occorrerà dimostrare di riuscire ad ascoltare voci a non meno di otto metri di distanza, e a non meno di due metri dall’orecchio che eventualmente sente di meno; inoltre occorrerà dimostrare di possedere rapidi tempi di reazione a stimoli luminosi e acustici semplici e complessi.

La patente nautica ha una validità massima di cinque anni, anche in caso di trapianto di cornea; in caso di patologia oculare evolutiva, la validità della patente potrebbe essere limitata alla durata di due anni.

L’Agenzia Card, da tanti anni leader nel settore delle patenti nautiche e dei corsi di navigazione, si occuperà sia delle lezioni di teoria che di quelle di pratica, in collaborazione con SkipperClub, l’associazione da anni impegnata nel mondo della vela e della cultura del mare, con una dotazione di numerose imbarcazioni e basi logistiche.

 

 


Join the Discussion